L’importanza delle visite di controllo

L’importanza delle visite di controllo

L’importanza delle visite di controllo

Per quanto riguarda la salute del nostro corpo la parole chiave è sempre prevenzione e a proposito dei denti il famoso detto “prevenire è meglio che curare“ sembra particolarmente azzeccato. Se infatti il dentista è decisamente il nostro punto di riferimento quando abbiamo un problema all’interno della nostra bocca, allora a maggior ragione dovrebbe esserlo prima che il piccolo fastidio si trasformi in un vero e proprio dolore. Il must per un sorriso sano è infatti un mix di due varianti: igiene orale quotidiana impeccabile e visite di controllo periodiche.
Recarsi dal dentista per farsi fare un controllo periodico è infatti fondamentale per prevenire problematiche che con il tempo potrebbero ingigantirsi e inoltre procedere all’ ablazione del tartaro ogni 6 massimo 12 mesi è una buona pratica di igiene orale. Le visite di controllo devono essere fatte almeno due volte l’anno con scadenza semestrale perché durante questo incontro il dentista è in grado di formulare un giudizio completo della nostra bocca, verificare la salute di denti e gengive e stabilire se sono necessari interventi specifici.
Per mantenere un sorriso sano, oltre alle visite di controllo, è consigliabile avere una igiene orale quanto più possibile profonda: spazzolino, dentifricio, collutorio e filo interdentale devono essere usati quotidianamente e scelti con cura.
Fondamentali sono anche le cosiddette “cure di mantenimento”, ossia tutte quelle cure e pratiche che il dentista consiglia al paziente dopo che esso si è sottoposto a un trattamento specifico.
Insomma, recatevi dal dentista per una visita di controllo ogni 6 mesi, abbiate cura di avere un’igiene orale impeccabile e applicate sempre la formula “prevenire è meglio che curare”!